Reggio, il Consiglio comunale chiede il raddoppio delle risorse destinate al Sud all'interno del Recovery Fund
POLITICA

Con la sola astensione della consigliera di minoranza, Filomena Iatì

Reggio, il Consiglio comunale chiede il raddoppio delle risorse destinate al Sud all'interno del Recovery Fund




Reggio Calabria. Passa col voto favorevole della maggioranza e dell’opposizione e con la sola astensione della consigliera di minoranza, Filomena Iatì, la mozione presentata in Consiglio comunale dall’esponente del gruppo S’intesi, Mario Cardia, per chiedere al Governo il raddoppio della quota riservata al Sud dei fondi previsti dal Recovery Fund. Ovvero, di attenersi alle linee guida fissate dell’Europa che indica fra il 66 ed il 68% la percentuale da destinare alle regioni del Mezzogiorno.
Sul punto, il sindaco Giuseppe Falcomatà, intervenuto in aula, ha parlato di «occasione storica». «Il Governo è di fronte alla possibilità di attuare una nuova Unità nazionale», ha detto il primo cittadino sottolineando «la portata epocale di un provvedimento rispetto al quale Palazzo Chigi deve fare ciò che si è fatto in Germania ai tempi della riunificazione dell’Est e dell’Ovest del Paese».
«Chi ha ascoltato l’intervento del primo ministro Mario Draghi – ha aggiunto - avrà notato come abbia detto che c’è la possibilità, in corso di esecuzione della programmazione del Recovery fund, di correggere il tiro lì dove si sono fatti degli errori. Non c’è, dunque, un’enunciazione di principio. C’è da stare sul pezzo. E’ vero che il Piano è stato approvato dal Consiglio dei ministri, dal Parlamento ed è stato inviato a Bruxelles, ma ci sono i margini per modificare le percentuali delle risorse da distribuire sui territori. In questo momento, quindi, dobbiamo mantenere la lucidità ed essere concentrati sulle sfide dei prossimi mesi».
«E’ stata più volte ribadita la straordinarietà del Piano – ha continuato Falcomatà – tanto che, probabilmente, “Recovery” credo sia il termine meno appropriato per definirlo. Perché da un lato si ripara, ma dall’altro non è un qualcosa che guarda al passato. Dobbiamo avere la piena consapevolezza di quanto queste risorse siano uno sguardo sul futuro, di un cambiamento che, quasi certamente, non vedremo neanche noi come amministratori perché hanno ricadute ed un impatto sull’economia di un Paese in un arco temporale di circa dieci anni. Dopo tanto tempo, quindi, il Governo deve avere l’ambizione di unire il Paese che non è affatto un’utopia. E’, piuttosto, una scelta politica e strategica. Porre oggi l’attenzione sulle percentuali delle risorse da trasferire, non significa non volersi accontentare, ma avere la consapevolezza che una loro giusta ed equa distribuzione può davvero congiungere l’Italia perché in politica, in economia, nella vita non esistono situazioni insuperabili. Non possiamo pensare che il gap fra Nord e Sud sia una questione antropologica e questo è un altro degli elementi che, troppo spesso, è emerso nella narrazione del Meridione e, tra le righe, anche nel dibattito alle Camere dove si è detto che “Il Sud chiede più risorse, ma deve essere capace di spenderle”. Questa è la narrazione che dobbiamo smentire».
«La differenza fra i due lembi del Paese – ha spiegato il sindaco - non riguarda il nostro carattere, la nostra indole o il nostro clima. Non è uno stigma morale, ma una diversità nata da precise strategie di investimenti fra Nord e Sud. I popoli, così come i territori, non sono immobili, cambiano. Il futuro di un territorio muta in base alle scelte che una nazione fa». Per il primo cittadino, quindi, «non è solo una questione di giustizia, ma anche di convenienza e opportunità. «E’ provato – ha continuato Falcomatà - che per un euro investito al Sud il Nord guadagna 0,40 centesimi. Viceversa, alle nostre latitudini si ha un ritorno di appena 0,06 centesimi. Questa più equa distribuzione delle risorse, rafforzata anche attraverso la mozione in discussione, sta a significare esattamente questo. E’ una convenienza per l’intero Paese. E lo dimostra la storia: l’Italia ha vissuto il boom economico degli anni ’60 perché il Sud è stato coinvolto e protagonista degli investimenti. Non solo e non tanto per la Cassa Mezzogiorno o per la grande manodopera prestata al Nord in quegli anni, ma per la spesa sulle infrastrutture che ci ha tolto da un isolamento medievale a cui eravamo condannati e anche perché, il Meridione, in quel frangente è entrato nella società i consumi e del benessere complessivo della nazione. Questo sta alla base ella nostra richiesta. Non si tratta di essere meridionalisti per forza o sindaci del Mezzogiorno che devono agire per ruolo. Alcide De Gasperi, che era trentino, è stato fra i fautori del fatto che il Sud fosse coinvolto nello sviluppo del Paese».
Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha poi ricordato come, fra le richieste che Anci ha fatto al Governo, c’è una precisa e forte accelerata sulle politiche per la semplificazione che «devono prescindere dalla distribuzione delle risorse». «Semplificazione negli appalti – ha posto quale esempio – nell’avvio delle opere pubbliche, dell’acceso del personale e nel comparto edilizio».
Infine, un passaggio lo ha riservato ad una che è la battaglia delle battaglie sposata in qualità di sindaco, di delegato per il Sud di Anci e presidente regionale di Ali- Autonomie: «A prescindere dal numero delle risorse che arriveranno, abbiamo l’occasione di ribadire un concetto elementare: la condizione di partenza che deve cambiare. Questo Paese, oggi, deve convintamente uscire da quella che è, a tutti gli effetti, una discriminazione di residenza data dal criterio della spesa storica e, finalmente, definire i livelli essenziali delle prestazioni. Senza questo passaggio strategico, sul quale tutti ci dobbiamo misurare e, in questo caso sì da meridionalisti, prendere posizione affinché si cambi tale criterio ed il Paese torni ad investire in maniera ordinaria tanto al Nord quanto al Sud. Senza questo passaggio, un bimbo che nasce nel Mezzogiorno non avrà mai le stesse opportunità di un pari età nato nel Settentrione. A tal fine, il Governo, in sede di attuazione del Piano, deve rivedere le percentuali delle risorse da inviare nei territori, ma, più in generale, deve mettere un punto preciso su tutte quelle che sono le condizioni per tradurre gli investimenti del Pnrr in un’occasione da non perdere».











29-04-2021 17:59

NOTIZIE CORRELATE


13-05-2021 - ATTUALITA'

Morra: "Il Commissario Longo conferma le infiltrazioni nella sanità calabrese"

'La Commissione antimafia è sulla strada giusta'
13-05-2021 - ATTUALITA'

'Legge Zan e molto di più: non un passo indietro'

15 Maggio mobilitazione nazionale
13-05-2021 - ATTUALITA'

Il Consigliere Metropolitano Rudi Lizzi visita Brancaleone Vetus

Proseguono le attività della pro loco
13-05-2021 - POLITICA

Regionali 2021, M5s: "Riapriamo il confronto per dare un futuro alla Calabria"

'Urge una nuova convocazione al tavolo delle trattative tra le forze politiche di centro-sinistra e il movimento civico di Luigi De Magistris'

ULTIME NEWS

SPORT

Campionato Italiano Giovanile di Windsurf: il reggino Azzarà Primo Classificato nella tappa siciliana di Messina

Non poteva iniziare meglio la stagione Slalom 2021 per il giovane campione Matteo Azzarà, classe 2006, del Circolo Velico Reggio ...
CULTURA

Con il ritorno della Calabria in 'zona gialla' riaprono i luoghi della cultura

Con il ritorno della Calabria in “zona gialla”, stanno via via ritornando ad operare a pieno regime anche le varie realtà culturaliattive sul territorio. In questo contesto, nel pieno ...
ATTUALITA'

Ponte sullo Stretto, Spirlì insiste: 'Bisogna farlo, non serve referendum'

«Dobbiamo de-provincializzare il progetto del Ponte sullo Stretto: non è un’opera della Calabria o della Sicilia, ma un progetto europeo. Se volessimo pensare a un referendum consultivo, ...
ATTUALITA'

Covid, Figliuolo alle Regioni: dal 17 maggio aprire ai vaccini per gli over 40

Il Commissario per l'Emergenza, Francesco Figliuolo, ha inviato alle Regioni una lettera per dare il via libera alle prenotazioni dal prossimo 17 maggio anche per i nati fino al 1981, quindi gli over ...
ATTUALITA'

Formazione Diritto Tributario: sinergia fra l'Università Mediterranea, l'ordine degli Avvocati di Reggio e l'Uncat

Reggio Calabria. L’Università Mediterranea, da sempre impegnata nella costituzione di una rete di scambio di ...
ATTUALITA'

'Mettiamoci una croce sopra', per una Calabria che dia voce ai giovani e che li ponga al centro

E’ partito nei primi di Marzo, “Mettiamoci una croce sopra”, il percorso di consapevolezza per gli studenti che andranno al voto per la prima volta. Il ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Ddl Zan, audizione delle associazioni in Commissione pari opportunità

Reggio Calabria. L'VIII Commissione pari opportunità, pace, diritti umani, relazioni internazionali e immigrazione del comune di Reggio Calabria, ha audito altri rappresentanti ...
SPORT

Calcio. Falcomatà scrive alla Uefa: "La finale di Champions a Reggio Calabria"

"In qualità di Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria sono onorato di proporre lo stadio Oreste Granillo come palcoscenico della prossima finale di Champions League in ...
ATTUALITA'

"Patto del Ponte accordo storico per completare l'unione d'Italia"

La firma del patto per il ponte, da parte dei parlamentari che hanno anche voluto aderire all’intergruppo, è un successo per tutto il sud che attende da anni un riscatto, in termini sociali, in termini economici, ...
CULTURA

Al reggino Domenico Benoci la medaglia d'argento delle Pontificie Accademie

L’edizione 2020 del Premio delle Pontificie Accademie ha subito un inevitabile slittamento a causa della emergenza Covid. Su proposta del Consiglio di Coordinamento fra Pontificie Accademie, il Premio ...
AMBIENTE

Reggio, i volontari PlasticFree ripuliscono la zona del Tempietto e della Via Marina bassa

Un altro grande successo per Plastic Free a Reggio Calabria, per l’iniziativa che domenica 9 maggio ha visto più di 100 volontari in azione per il bene del ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Bando per la rigenerazione urbana. Riunione fra sindaco, assessori e dirigenti

Reggio Calabria. Si è tenuta nei giorni scorsi, negli uffici di Palazzo San Giorgio, una riunione tecnica-operativa fra il sindaco Giuseppe Falcomatà, gli ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

SPORT HEROES
Di Giusva Branca
RTV NEWS EDIZIONE SERALE
AEROPLANI DI CARTA
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
Liquore Tedesco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Aeroplani di carta

Ore 22.30

Sport Heroes
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Spazzatura
  • Servizio zero
  • La dimenticata utilita’  dell’acqua
  • Rifiuti
  • La strafottenza dell’amministrazione comunale
  • disservizio idrico
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
ISTITUTO DE BLASI
idomotica
Italpress